Select Page

La Grecia apre le porte anche al turismo dall’Italia. Dopo le polemiche dei giorni scorsi, a seguito della decisione di non accettare per tutto il mese di giugno voli provenienti dagli aeroporti italiani, ecco la marcia indietro, seppur con qualche precauzione.

“Fino al 15 giugno 2020 – si legge sul sito dell’ambasciata greca in Italia – è ancora valida la sospensione dei voli da e per la Grecia. Dal 15 al 30 giugno 2020 verranno ripresi i collegamenti aerei da tutti gli aeroporti d’Italia da e per Atene e Salonicco. I passeggeri saranno sottoposti a dei test a campione”

Inoltre, i passeggeri proveniente dagli aeroporti di Lombardia, Piemonte, Veneto ed Emilia Romagna “al loro arrivo saranno sottoposti ad un test obbligatorio (tampone) e in caso di risultato negativo rimarranno in auto-isolamento per 7 giorni. In caso di risultato positivo, gli verranno imposti 14 giorni di auto-isolamento e monitoraggio”.

“Dal 1° luglio 2020 – continua l’Ambasciata – verranno ripresi i collegamenti aerei con tutti gli aeroporti della Grecia. I passeggeri saranno sottoposti unicamente a test a campione. Inoltre, dal 1 ° luglio verranno ripresi tutti i collegamenti marittimi, tra Italia e Grecia con navi passeggeri. All’arrivo in Grecia, i passeggeri saranno sottoposti solo al test a campione”.

Anche il ministro degli esteri Luigi Di Maio è intervenuto sulla questione in un’intervista al Corriere della sera: “Crediamo nello spirito europeo, ma siamo pronti a chiudere le frontiere a chi non ci rispetta. Crediamo nella collaborazione ma anche nella reciprocità. È lo spirito che porterò nei miei viaggi in Germania, Slovenia e Grecia. Non vogliamo sollevare polemiche, ma se qualcuno pensa di chiuderci la porta in faccia solo per i propri interessi, allora risponderemo. Davanti ai personalismi la porta la chiuderemo anche noi”.