Select Page

“Il prossimo futuro”, questo il titolo dell’Assemblea 2020 del Convention Bureau Roma e Lazio che apre al domani con nuovi soci e risultati sopra le aspettative nel suo primo triennio, pur con le difficoltà riscontrate da marzo ad oggi con il blocco per la pandemia. È il primo evento dopo il lockdown per la Fiera di Roma. Un’assemblea concreta, sostenuta da Unicredit, aperta esclusivamente ai soci, con le Istituzioni che contribuiscono alla missione del Convention Bureau di facilitatore dello sviluppo della meeting industry sul territorio.

“Abbiamo cominciato in corsa e abbiamo continuato a accelerare”, ha detto Onorio Rebecchini, presidente Convention Bureau Roma e Lazio, in apertura, ricordando il triennio appena trascorso. “Il nostro business plan prevedeva che saremmo giunti in questa fase a 108 soci e siamo a 150, e tutto questo nonostante ci siamo trovati ad affrontare un nemico invisibile”. Convention Bureau Roma e Lazio che ha partecipato in questo triennio a moltissimi eventi e fiere internazionali, si trova ora individuare strategie per questa delicatissima fase di rilancio.

La responsabilità odierna è quella di confrontarsi con una concorrenza sempre più competitiva. Afferma il presidente Rebecchini: “Occorrono incentivi e azioni che siano decisive per ottenere qualche plus nel momento della candidatura di Roma e Lazio ad eventi internazionali; si tratta spesso di location inedite, esperienze uniche, trasporti desueti, per cui occorre, a volte, semplicemente un impegno organizzativo, e non solo economico”. Il lavoro del 2020 è, in questo momento, incentrato sul mercato nazionale, attraverso agenzie italiane, con particolare riferimento al segmento luxury.

L’Assemblea ha visto l’approvazione del bilancio e la nomina del nuovo CDA. Le associazioni hanno riconfermato la propria rappresentanza nel c.d.a. di Onorio Rebecchini per Federalberghi, di Stefano Fiori per Unindustria, di Daniele Brocchi per Confesercenti. Cambio, invece, per l’incaricato di Federcongressi&eventi. Saluta il suo impegno con CBReL Paolo Novi, a favore di Claudia Golinelli.

A dare il saluto di benvenuto tra le Istituzioni l’assessore al turismo e alle pari opportunità della Regione Lazio, Giovanna Pugliese: “Il rilancio del turismo parte oggi dal confronto con i professionisti, quali voi siete, compagni di tanto lavoro, assieme al Comune di Roma, in un momento non facile, perché siamo ancora lontani dalle vera ripartenza. CBReL è per noi una struttura importantissima e ci può far compiere un gran salto di qualità”. In rappresentanza del Comune di Roma Marco Agostini, capo dello staff dell’assessorato al Turismo e allo Sviluppo Economico di Roma Capitale, il quale ha ribadito l’affiancamento al Convention Bureau Roma e Lazio con progetti già inseriti nel Piano Strategico della Capitale come la creazione di una DMO (Destination Management Organization) all’interno di Zètema, con un investimento sia strutturale sia finanziario.

Gli onori di casa sono spettati a Piero Piccinetti, amministratore unico di Fiera di Roma.  “CBReL è una realtà utilissima – ha detto Piccinetti – un organismo nato solo tre anni fa che si è rivelato subito importante per mettere assieme Istituzioni e aziende a rappresentare nel mondo il territorio”.

Parte dell’Assemblea è stata dedicata a presentare l’ingresso di nuovi soci acquisiti nell’ultimo aumento di Capitale del 2020. Tra questi Aeroporti di Roma, società impegnatasi ancora di più nel consorzio passando da partner a socio. Si rafforza la compagine societaria con l’ingresso della partnership di Alitalia che si affianca a Trenitalia.  Tra i nuovi ingressi anche il parco tematico Zoomarine e Macchiavelli Events,, un importante marchio italiano di attività per il team building, e tra gli hotel Eden e Dei Congressi.